L’applicazione era gay

L’applicazione era gay

La Apple è sotto attacco dalle associazioni per i diritti dei gay

22 marzo 2011

0

La Apple è sotto attacco dalle associazioni per i diritti dei gay. La causa della polemica è un’applicazione che l’azienda statunitense ha approvato e che garantirebbe la difesa dall’omosessualità. Al momento più di 120mila persone hanno firmato una petizione contro l’applicazione “curativa”, che offre agli utenti la “libertà dall’omosessualità attraverso la forza di Gesù”.

La vicenda ricorda la polemica scoppiata in Italia dopo la canzone che il celebre cantante Povia aveva portato a Sanremo. “Luca era gay”, questo il titolo del brano, raccontava la storia di un giovane che dopo essere stato omosessuale per anni a causa di alcune vicende familiari, scopre la sua vera sessualità innamorandosi di una donna.

Intanto in Gran Bretagna la polemica impazza. Ben Summerskill, giornalista e capo dell’organizzazione di difesa dei diritti gay Stonewall, ha detto: “Noi dell’organizzazione abbiamo tutti provato questa applicazione, e assicuriamo che non funziona. La Apple dovrebbe pensare meglio ai loro utenti e all’inclinazione per il consumo etico che hanno molte persone gay e lesbiche quando approvano un’applicazione offensiva come questa”.

Privacy Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003.
I dati saranno utilizzati per dare corso alla richiesta di abbonamento e non saranno ceduti a terzi. Leggi le note legali

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

NOTA Per evitare messaggi inopportuni e spam, il commento non sarà immediatamente visualizzato.
La redazione provvederà a pubblicare i commenti al più presto, mentre i messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.