Melt tag e pencil printer, design innovativo per consumi più ecologici

Melt tag e pencil printer, design innovativo per consumi più ecologici

Che cos'hanno in comune una delle più piccole stampanti del mondo e l'etichetta di una t-shirt?

24 marzo 2011

0

Melt tag e pencil printer sono entrambi innovativi prodotti frutto della stessa ricerca di migliorare il modo in cui consumiamo e, di fatto, il modo in cui viviamo.

 

Tutte e due queste invenzioni sono un piccolo capolavoro di design, creatività, ecologia. Partiamo dalla stampante. Si chiama Pencil Printer e non usa inchiostro, riesce a scrivere sulla carta utilizzando la grafite delle vecchie matite. Elimina così l’utilizzo di toner (con tutti i suoi imballaggi) e di inchiostri inquinanti, non solo, proprio come le matite si può cancellare e riscrivere. E così si risparmia anche un po’ di carta.

 

Altra notevole invenzione sono le Melt Tag, etichette autodissolventi che disinfettano i capi a cui sono pinzate. Spesso capita che i produttori di vestiti raccomandino di lavare magliette e pantaloni appena acquistati, in modo da eliminare qualsiasi residuo chimico della lavorazione. Queste etichette, fatte di un misto di carta riciclata e sapone, si sciolgono al contatto con l’acqua. Quindi, per lavare gli ultimi acquisti basta immergerli in una bacinella e poi risciacquare. Nessuno spreco di carta, nessun sapone e abiti puliti. Piccole, ma geniali.

Privacy Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003.
I dati saranno utilizzati per dare corso alla richiesta di abbonamento e non saranno ceduti a terzi. Leggi le note legali

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

NOTA Per evitare messaggi inopportuni e spam, il commento non sarà immediatamente visualizzato.
La redazione provvederà a pubblicare i commenti al più presto, mentre i messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.