Allattati da una mucca

Allattati da una mucca

In Cina verrà commercializzato latte umano prodotto da mucche geneticamente modificate. Un ennesimo progresso della scienza. Ma a quale scopo?

25 marzo 2011

0

Tra poco più di due anni i cittadini cinesi potranno acquistare latte umano al supermercato. Ma non è questa la cosa più strana: quel latte arriverà da mucche geneticamente modificate.
Fra i maggiori risultati dell’11° Piano Quinquennale di Pechino, presentati pochi giorni fa, ci sono infatti anche duecento mucche che producono un latte che ha tutte le caratteristiche (compresi i cosiddetti “fattori non nutritivi”: anti-microbiotici, ormoni, enzimi) di quello delle donne in gravidanza.
Nell’antica Cina – hanno raccontato gli scienziati responsabili del progetto – gli imperatori e le imperatrici erano gli unici che potevano bere latte umano. “Perché non dare oggi la stessa possibilità a sempre più persone?”, si chiede Li Ning del Laboratorio di Agrobiotecnologie dell’Università di Agricoltura di Cina.
Già, perché? Quest’idea che può sembrare davvero bizzarra assume un significato tutto diverso per la popolazione cinese. Nell’enorme paese asiatico è ancora alta la paura (e la rabbia) per lo scandalo del latte in polvere contaminato che ha di fatto avvelenato circa 300.000 bambini. Non solo, da anni ormai calano in maniera preoccupante le donne che allattano al seno i loro figli, mentre addirittura il 90% degli adulti ha sviluppato una qualche forma di intolleranza al lattosio.
Prepariamoci dunque all’idea di questo nuovo prodotto, sperando che, come ha scherzato il giornale statunitense Good, a qualcuno non venga in mente di produrre un nuovo latte al cioccolato direttamente dalle mammelle di una capra creata in laboratorio.

Privacy Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003.
I dati saranno utilizzati per dare corso alla richiesta di abbonamento e non saranno ceduti a terzi. Leggi le note legali

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

NOTA Per evitare messaggi inopportuni e spam, il commento non sarà immediatamente visualizzato.
La redazione provvederà a pubblicare i commenti al più presto, mentre i messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.