Copenaghen, una capitale senza CO2

Copenaghen, una capitale senza CO2

Eolico e biciclette. La città progetta un futuro senza emissioni di anidride carbonica.

25 marzo 2011

1

Dopo aver ospitato nel 2009 il discusso summit sul cambiamento climatico, Copenaghen rilancia il suo spirito ambientalista con un iniziativa destinata a entrare nella storia. Entro il 2025 la capitale danese vuole diventare la prima capitale al mondo priva di emissioni di anidride carbonica. Le zero-emissioni sono un obiettivo ambizioso, ma alla portata di una città che conta già un 60% di spostamenti urbani effettuati in bicicletta (nel 2007 Copenaghen era stata la prima a essere premiata come Bike City dall’Unione Ciclistica Internazionale).


Oltre alla mobilità, con l’estensione e il miglioramento della rete metropolitana, la città sta mobilitandosi anche sul fronte della produzione e del consumo di energia verde. La strategia prevede la diffusione di auto elettriche e a idrogeno e l’impianto di torri eoliche nell’area portuale. Proprio le turbine azionate dal vento possono però segnare una battuta d’arresto per il progetto. L’ampliamento del porto e le proteste dei cittadini per l’impatto ambientale dei piloni stanno infatti mettendo in crisi il progetto del sindaco di installare nella zona 130 turbine. Talvolta l’ambientalismo può anche ritorcersi contro.

Privacy Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003.
I dati saranno utilizzati per dare corso alla richiesta di abbonamento e non saranno ceduti a terzi. Leggi le note legali

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

NOTA Per evitare messaggi inopportuni e spam, il commento non sarà immediatamente visualizzato.
La redazione provvederà a pubblicare i commenti al più presto, mentre i messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.