Celtic vs Rangers: quando la rivalità va ben oltre il calcio

Celtic vs Rangers: quando la rivalità va ben oltre il calcio

Le due società di Glasgow sono state richiamate affinché si faccia davvero qualcosa contro la violenza. E in Italia?

29 marzo 2011

0

Il primo ministro scozzese Alex Salmond ha convocato i rappresentanti delle due più grandi squadre di calcio del paese per un summit sulla violenza. Solo qualche giorno fa, infatti, un derby fra le due formazioni di Glasgow, i Rangers e i Celtic è finito nel caos più totale: tre giocatori dei Rangers espulsi, 34 tifosi arrestati. E Neil Lennon, uno dei manager “celtici”, che ha concluso la partita inveendo contro Ally McCoist, assistente dei rivali.

 

Uno scontro che va ben oltre il calcio. Nella lotta fra i supporter c’è una miscela esplosiva di questioni riguardanti il nazionalismo, i conflitti religiosi, di classe e politici. È qualcosa, insomma, che riguarda la stessa società scozzese. Un mese fa un’altra partita fra i due club si era conclusa con 229 arresti. Alcune statistiche dimostrano che in occasione del derby di Glasgow c’è sempre un aumento generale del crimine e delle violenze domestiche.

 

E in Italia? Non esiste nel calcio una rivalità paragonabile. A Torino, Milano, Roma, Genova (per citare le città più grandi) gli ultras hanno per la maggior parte differenze solo calcistiche. Esistono alcune divisioni politiche fra alcune società, ma di luoghi diversi. I tifosi del Livorno per esempio sono dichiaratamente comunisti e non è raro che sugli spalti appaiano striscioni in cirillico. Mentre gli ultras della Lazio sono fascisti e infatti, prima della legge che ha vietato l’esposizione di simboli politici sugli spalti, in curva era un brulicare di croci celtiche e svastiche. È chiaro che quando le due tifoserie si incontrano si arrivi sempre alle mani. Tuttavia nulla di paragonabile con Glasgow.

Privacy Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003.
I dati saranno utilizzati per dare corso alla richiesta di abbonamento e non saranno ceduti a terzi. Leggi le note legali

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

NOTA Per evitare messaggi inopportuni e spam, il commento non sarà immediatamente visualizzato.
La redazione provvederà a pubblicare i commenti al più presto, mentre i messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.