Un trasferimento per Renault

Un trasferimento per Renault

Decisa la produzione dei nuovi motori negli stabilimenti in Romania e Spagna.

1 aprile 2011

0

Nei giorni in cui si discute del possibile trasferimento della direzione Fiat negli Usa, un altro marchio storico europeo compie una tappa nella delocalizzazione della propria impresa. Renault ha confermato oggi la scelta di affidare la produzione di una linea di piccoli motori per auto a due stabilimenti in Romania e in Spagna.

 

Si tratta di propulsori di nuova generazione, destinati alle utilitarie del gruppo, che sostituiranno nelle auto di serie quelli oggi realizzati negli stabilimenti del Pas-De-Calais. Il quotidiano Libération prevede per la fabbrica francese fino a quattrocento impiegati in meno su un totale di circa 3500. In Romania, la produzione approderà invece entro il 2013 a Pitesti, negli stabilimenti Dacia – altro marchio del gruppo Nissan-Renault.

 

La Renault è al 15% di proprietà dello Stato. A inizio 2010 l’ipotesi di portare in Turchia la produzione della Clio 4 aveva portato il presidente Sarkozy a convocare i vertici della azienda. La produzione all’estero dei nuovi motori è però ormai decisa. Le delocalizzazioni vanno sempre di pari passo con le rassicurazioni. Il portavoce dell’amministratore delegato del gruppo Carlos Ghosn ha dichiarato al giornale: “il sito francese non chiuderà, né ci saranno licenziamenti o abbandoni volontari”.

 

Privacy Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003.
I dati saranno utilizzati per dare corso alla richiesta di abbonamento e non saranno ceduti a terzi. Leggi le note legali

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

NOTA Per evitare messaggi inopportuni e spam, il commento non sarà immediatamente visualizzato.
La redazione provvederà a pubblicare i commenti al più presto, mentre i messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.