Moria delle api: non è colpa dei pesticidi

Moria delle api: non è colpa dei pesticidi

O almeno non solo. Uno studio di alcuni scienziati americani cerca di fare chiarezza.

5 aprile 2011

0

Anche ITALIC aveva parlato qualche giorno fa di alcune associazioni ambientaliste britanniche che accusavano i pesticidi della Bayer di aver provocato l’insolito abbassamento del numero di api. Accuse che avevano lo scopo di forzare il governo inglese a un’indagine autonoma sulla questione e che comunque erano state rispedite al mittente dalla multinazionale tedesca.

 

Adesso arriva questo studio americano che cerca di mettere chiarezza. Le api sarebbero capaci di riconoscere i residui di pesticidi nel polline che riportano nell’alveare, e cercano di isolarlo dal resto della colonia.

 

Secondo il professor Jeffrey Pettis, capo del laboratorio di ricerca sulle api del dipartimento americano dell’agricoltura, le api sotterrano il polline contaminato in celle che poi sigillano, in modo da non poter poi essere utilizzato.

 

Non solo. I pesticidi non sono il solo fattore di morte dei simpatici insetti impollinatori. Lo studio ha infatti evidenziato come anche la malnutrizione e le malattie abbiano un ruolo nell’improvvisa moria.

 

Insomma, secondo Pettis, la causa della morte delle api va ricercata nelle cosiddette 3-P: Poca nutrizione, Pesticidi e agenti Patogeni. È l’interazione di questi tre fattori che è letale.

 

 

Per saperne di più:

Privacy Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003.
I dati saranno utilizzati per dare corso alla richiesta di abbonamento e non saranno ceduti a terzi. Leggi le note legali

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

NOTA Per evitare messaggi inopportuni e spam, il commento non sarà immediatamente visualizzato.
La redazione provvederà a pubblicare i commenti al più presto, mentre i messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.