Portoghesi in difficoltà

Portoghesi in difficoltà

Tra crisi economica e salute mentale il legame è evidente.

8 aprile 2011

0

Tempi di crisi per il Portogallo, che ieri ha ufficialmente chiesto aiuto finanziario all’Europa per evitare il tracollo. Con il governo dimissionario dal 23 marzo e il declassamento da parte delle agenzie di rating, il periodo difficile si aggrava. In attesa delle inevitabili misure d’austerità, alle difficoltà economiche si uniscono quelle politiche – con la governabilità a rischio dopo le elezioni del 5 giugno. E forse anche quelle mentali.

 

Del rapporto tra crisi e salute discuterà oggi e domani a Vila Nova de Gaia, comune vicino a Porto, l’edizione 2011 delle Jornadas da Saúde Mental. Il direttore del servizio psichiatrico del centro ospedaliero di Gaia/Espinho traccia un quadro poco ottimista: il Portogallo è un paese “più depresso” e condizioni di vita peggiori aumenterebbero il numero di disturbi mentali. Ogni mese il centro di cura riceve duecento nuove richieste di visite, per un totale nel 2010 di 16mila su quasi 300mila abitanti. L’aggravamento del quadro sarebbe preoccupante, se si considera che il livello di depressione è oggi “la quarta causa al mondo di mali come infarti, tumori e malattie della pelle”.

 

Preoccupazioni, stress e ansia crescente. Che la crisi porti a una maggiore vulnerabilità non stupisce, e la notizia è rilanciata da giornali e ambienti medici ogni qualvolta l’economia va giù. Solo ieri, 7 aprile, del legame tra recessione e depressione ha parlato la BBC, denunciando la crescita (il 40% in 4 anni) delle prescrizioni di anti-depressivi in Inghilterra.

Quel che rimane da capire è, tra le tante ricette proposte, come rimediare psicologicamente a una situazione complicata, e come comunicarla. Della comunicazione della crisi ai più piccoli si occuperà ITALIC nel numero di maggio.

 

Privacy Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003.
I dati saranno utilizzati per dare corso alla richiesta di abbonamento e non saranno ceduti a terzi. Leggi le note legali

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

NOTA Per evitare messaggi inopportuni e spam, il commento non sarà immediatamente visualizzato.
La redazione provvederà a pubblicare i commenti al più presto, mentre i messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.