Il laboratorio creativo di Facebook

Il laboratorio creativo di Facebook

Il lancio di Facebook Studio, la piattaforma per agenzie di pubblicità. Dove capire come avere successo sul social network.

21 aprile 2011

0

Questa settimana Facebook ha lanciato una community destinata a chi si occupa di comunicazione. Si chiama Facebook Studio ed è pensata per pubblicitari, agenzie di media strategy, esperti di marketing e pubbliche relazioni, che sulla nuova piattaforma potranno discutere del proprio lavoro. Ovvero di idee, contenuti e soprattutto campagne.

 

Per come funziona, Facebook Studio è più simile a YouTube che al social network. Al suo interno è possibile caricare le proprie campagne pubblicitarie, corredate da fotografie e video, come accade già nelle varie community di grafici o videomaker. I contenuti con più giudizi positivi – in altri termini, chi riceverà più “Mi piace” – saranno posti in evidenza, in una galleria di best practice con i progetti più apprezzati.

Non è finita: Facebook Studio assegnerà alcuni premi alle campagne migliori, valutando la creatività dei progetti e la capacità di sfruttare in modo innovativo Facebook e le sue potenzialità. Ecco spiegato l’interesse di Facebook, che vede in questo laboratorio collettivo un’occasione di sviluppo.

 

Al di là della struttura, tradizionalmente 2.0, ci sono infatti le opportunità. Da un lato, la promozione di Facebook come canale di comunicazione, con consigli e istruzioni per avere successo. Dall’altro, la ricerca di nuovi modi per fare pubblicità all’interno del social network. Su Facebook i pubblicitari hanno a disposizione diversi mezzi: inserzioni, video, applicazioni e giochi, oltre ovviamente alla gestione di un profilo. Quali saranno i prossimi strumenti, i modi e i luoghi della comunicazione su Facebook di domani, forse lo decideranno proprio i professionisti che parteciperanno a Facebook Studio.

 

Per ora, la piattaforma propone alcuni primi contenuti. In evidenza ci sono le campagne per Facebook di grandi marchi, più alcune applicazioni bizzarre – come quella ideata per un’industria di salumi, che rende possibile riprodurre la propria faccia su una fetta di wurstel.

 

Oltre che a divertirsi e magari a farsi ispirare, seguire Facebook Studio sarà però utile per capire come si svilupperà il linguaggio pubblicitario, non solo su Facebook. Il secondo sito per visite al mondo, preceduto unicamente da Google, è ormai un mezzo mainstream di comunicazione. Il suo nuovo Studio creativo tenta di mostrarlo ancora di più.

E già in molti pensano che i siti istituzionali siano ormai obsoleti.

Privacy Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003.
I dati saranno utilizzati per dare corso alla richiesta di abbonamento e non saranno ceduti a terzi. Leggi le note legali

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

NOTA Per evitare messaggi inopportuni e spam, il commento non sarà immediatamente visualizzato.
La redazione provvederà a pubblicare i commenti al più presto, mentre i messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.