Le finestre che producono elettricità

Le finestre che producono elettricità

È in arrivo una nuova generazione di pannelli solari, ancora più ecologici e soprattutto trasparenti.

28 aprile 2011

1

Immaginate, in un prossimo domani, che le finestre di una casa, di un palazzo o di una fabbrica, oltre a far passare la luce producano anche tutta l’energia di cui ha bisogno l’edificio.

 

Non è fantascienza: Vladimir Bulovic e Richard Lunt, due ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston, hanno infatti da poco presentato un modo innovativo di produrre celle fotovoltaiche.

 

Con il nuovo metodo le celle vengono ricavate da speciali molecole organiche che poi vengono incollate ad un vetro. I vecchi pannelli solari potrebbero quindi venir sostituiti da queste celle trasparenti ed economiche.

 

Siamo ancora nella fase di sperimentazione, la trasparenza non è ancora ottimale e le celle hanno un’efficenza energetica (la capacità di trasformare l’energia solare in elettricità) solo dell’1,7%. Ma sono gli stessi ricercatori ad alimentare le speranze di una svolta decisiva. Bulovic e Lunt sperano di arrivare presto a un’efficenza del 22%.

 

Le nuove celle fotovoltaiche sono in grado di lasciar passare la luce e trattenere i raggi infrarossi da cui producono energia. E sono pure più ecologiche: per costruirle serve molta meno energia, e si inquina di meno, rispetto ai pannelli tradizionali.

 

Così possiamo prepararci ad un futuro in cui l’elettricità per le nostre case “entra” dalle finestre. Non solo, spesso, quando si parla di energie alternative, dall’eolico al solare, c’è chi punta il dito sul fatto che le torri e i pannelli siano antiestetici. Con questa invenzione diventeranno invisibili, un bel vantaggio anche per la vista.

 

© Riproduzione riservata

Privacy Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003.
I dati saranno utilizzati per dare corso alla richiesta di abbonamento e non saranno ceduti a terzi. Leggi le note legali

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

NOTA Per evitare messaggi inopportuni e spam, il commento non sarà immediatamente visualizzato.
La redazione provvederà a pubblicare i commenti al più presto, mentre i messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.

  • Emanuele Rigitano scrive:

    Ho scritto uno speciale sul solare organico dai mirtilli e frutti di bosco prodotto in collaborazione con l’Università Tor Vergata di Roma, che potrà essere utilizzato in modo analogo ma ha un’efficienza superiore al momento del modello presentato dal vostro giornale. Comunque più opzioni fotovoltaiche e solari ci sono (meno impattanti possibili) e meglio è.