Quotidiano Piemontese, la sfida online ai giornali di carta

Quotidiano Piemontese, la sfida online ai giornali di carta

Intervista al direttore della testata Franco Borgogno, che parla di come è nato il suo giornale e delle sfide che lo attendono.

20 maggio 2011

0

“Creare un’informazione al passo con i tempi del XXI secolo“.

 

Questa è la missione di Quotidiano Piemontese, un nuovo giornale online nato da poco più di due mesi, ma che già si sta affermando come una realtà fra le più interessanti per l’informazione regionale. La testata è stata fondata da due giornalisti esperti come Franco Borgogno, direttore responsabile, e Vittorio Pasteris, condirettore.

 

Martedì 25 maggio alle ore 18 ci sarà anche la presentazione ufficiale del giornale alla Fnac di Torino, in via Roma 56. ITALIC ha intervistato Borgogno per chiedergli alcune informazioni sull’iniziativa che lui stesso definisce “una sfida”.

 

 

Direttore Borgogno, quando e perché è venuta l’idea per fare un giornale online tutto piemontese?

“Giornalismo e internet sono da molti anni mie passioni, prima ancora che professione. Per questo da tempo stavo lavorando a un progetto giornalistico-editoriale online. Poco meno di un anno fa ho incrociato la strada e il progetto di Vittorio Pasteris, collega di altissimo livello soprattutto nel mondo internet. Insieme abbiamo definito più nei dettagli il piano operativo, abbiamo unito le idee e siamo partiti con tutto il nostro entusiasmo”.

 

“L’idea di base è questa: l’informazione globale è fatta da tante informazioni locali; l’informazione locale online libera — ma veramente libera, non solo negli intenti — e di qualità è ancora poco sviluppata in Italia. Noi vogliamo sviluppare, partendo dal Piemonte ovvero da casa nostra, una progetto nazionale che metta in rete tante informazioni locali, attendibili, libere, gratuite, ironiche e partecipate”.

 

Ci sono state difficoltà di organizzazione? Immagino che non sia facile affermarsi in un mondo così variegato come quello online dove l’offerta è praticamente illimitata.

“L’offerta è vasta ma al momento ancora molto piatta, poco originale, spesso uguale nei contenuti e addirittura nelle immagini. Crediamo ci sia spazio per la qualità, intesa come professionalità e affidabilità come qualità di scrittura oltre che di grafica e di immagini, e che questa possa essere premiata. Crediamo nella voglia di fare informazione ‘vera’, ovvero laica e attenta a verificare tutto, sia che a parlare siano potenti oppure movimenti di base. Non per niente l’avvio del progetto avviene da un gruppo di esperti di internet e dell’informazione: editori puri, si diceva una volta. E’ una sfida, una vera sfida”.

 

Quali sono stati i riscontri in termini di contenuti e grafica? Avete ricevuto critiche?

“Con le critiche, incredibilmente, siamo ancora a quota zero! Ci confrontiamo con molti amici, professionisti, esperti che ci danno consigli e suggerimenti, ma al momento abbiamo avuto in grandissima parte commenti molto positivi, valutazioni molto interessanti da ogni parte d’Italia. E ne siamo persino un po’ stupiti, oltre che felici. Dal punto di vista grafico siamo assolutamente basic. Volutamente, in questa prima fase abbiamo preferito concentrarci sul contenuto e il progetto vero e proprio. Tra pochi mesi, pochissimi probabilmente, faremo un restyling: in realtà il primo vero tentativo di ‘styling’, più che re-…”.

 

E gli accessi, come vanno? A quanto puntate?

“Vanno bene: siamo tra i 3mila e i 5mila unici al giorno, con circa 10mila pagine viste (parliamo di media). E siamo partiti da due mesi, senza alcun tipo di pubblicità: solo passaparola. Il nostro obiettivo sono 25mila visitatori unici/giorno. Cresciamo ogni giorno, facciamo un grande sforzo per essere completi e affidabili, per offrire sempre di più, per essere aperti: è un obiettivo alla portata. Ma non un traguardo, guardiamo anche oltre”.

 

Valerio Pierantozzi

 

© Riproduzione riservata

Privacy Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003.
I dati saranno utilizzati per dare corso alla richiesta di abbonamento e non saranno ceduti a terzi. Leggi le note legali

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

NOTA Per evitare messaggi inopportuni e spam, il commento non sarà immediatamente visualizzato.
La redazione provvederà a pubblicare i commenti al più presto, mentre i messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.