Scambi artistici verso Milano Expo 2015

Scambi artistici verso Milano Expo 2015

Il Global Art Programme organizza scambi culturali fra creativi italiani e di altri 18 paesi: aperto il bando per partecipare ai progetti in Inghilterra e Turchia

1 agosto 2011

1

Alessandro Piangiamore, scultore siciliano classe ’76, ha passato tre mesi in India, incontrando fondazioni culturali, artisti, diverse visioni del mondo. Il risultato di questo soggiorno sono alcune sculture legate ai temi dell’alimentazione, dell’ambiente, dell’energia pulita.

 

Invece, l’architetto e artista indiano Asim Waqif ha trascorso tre mesi fra Milano, Biella, Roma e Catania. Alla fine ha organizzato una performance, CONSUMPTION=EXHAUSTION, sempre su temi “verdi e sostenibili”.

 

Sia i lavori di Piangiamore che quelli di Waqif sono il frutto del Global Art Programme, un progetto che in vista di Milano Expo 2015 analizza da un punto di vista artistico il tema dell’esposizione organizzando scambi artistici e culturali fra l’Italia e altri 18 paesi del mondo.

 

“L’idea è quella di dare l’opportunità a questi artisti di fare un’esperienza importante in paesi diversi dal loro – dice a ITALICnews Maria Perosino, la curatrice per la parte italiana del Global Art Programme – E non qualcosa di estemporaneo: vogliamo che assorbano la cultura del posto in cui vanno”.

 

Il programma supporta anche finanziariamente la realizzazione delle opere legate all’esperienza all’estero. “Non solo – dice ancora Perosino – i lavori entreranno a far parte della rete dei Musei della Lombardia, arricchendo anche il patrimonio artistico regionale”.

 

Piangiamore e Waqif sono stati i primi partecipanti al progetto, l’anno scorso. Per il 2011 è stato appena lanciato il bando di partecipazione, a novembre altri due artisti italiani partiranno, uno per la Turchia e l’altro per l’Inghilterra.

 

Prima dell’Expo sono previsti anche viaggi di studio e lavoro in Israele, Palestina, Qatar, Francia, Germania, Svizzera, Marocco, Senegal, Stati Uniti, Giappone, Cina, Brasile.

 

Alla fine verrà organizzata una mostra collettiva con tutte le opere prodotte durante il Global Art Programme. Tutte legate al tema dell’Esposizione Universale: “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

 

© Riproduzione riservata

Privacy Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003.
I dati saranno utilizzati per dare corso alla richiesta di abbonamento e non saranno ceduti a terzi. Leggi le note legali

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

NOTA Per evitare messaggi inopportuni e spam, il commento non sarà immediatamente visualizzato.
La redazione provvederà a pubblicare i commenti al più presto, mentre i messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.