Da Giotto a Michelangelo: i più grandi artisti toscani in mostra

Da Giotto a Michelangelo: i più grandi artisti toscani in mostra

In occasione del 500° della nascita di Giorgio Vasari, Arezzo riunisce gli artisti di cui lo storico parla nelle Vite.

29 agosto 2011

0

Per il cinquecentesimo anniversario della nascita di Giorgio Vasari, perfino Google il 30 luglio aveva omaggiato l’artista toscano con uno dei suoi loghi personalizzati. Ad ogni modo niente a che vedere con la mostra che la Soprintendenza ai beni culturali gli dedicherà nella sua città natale, Arezzo.

 

Il 2 settembre infatti, nella Basilica inferiore di San Francesco, sarà inaugurata la mostra “Svegliando l’animo di molti a belle imprese – Il primato dei toscani nelle Vite del Vasari”. Si tratta di un percorso espositivo realizzato con le opere dei maestri toscani di cui ha parlato Vasari nella sua fondamentale opera di storia dell’arte Le vite de’ più eccellenti pittori, scultori, e architettori, pubblicata la prima volta nel 1550 e ancora oggi riferimento per tanti testi di studio.

 

Giotto di Bondone, "San Francesco", dipinto su tavola - Firenze, Collezione Ente Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze

 

 

“Saranno presenti circa ottanta opere, tutte di grande rilevanza storica e artistica”, spiega la curatrice Paola Refice. “Si va da Giotto a Giovanni Pisano, da Spinello Aretino a Donatello, da Botticelli a Michelangelo. E molte altre ancora”.

 

Gran parte delle opere proviene da musei toscani. Ma non mancano quelle ospitate da musei di paesi esteri, come Francia o Ungheria. “È stato difficile riuscire a reperirle tutte, perché sono tante ed eterogenee”, spiega Refice. “Ci sono sculture, disegni, tavole, tele. Ma è tanto che lavoriamo a questo progetto. Personalmente è dal 2006 che lavoro per organizzare un evento per l’anniversario della nascita del Vasari, anche se solo negli ultimi due anni abbiamo tirato le fila di tutte le ricerche svolte in precedenza”.

 

Masolino, Madonna dell'Umiltà, Firenze, Uffizi

 

 

L’inaugurazione della mostra sarà il 2 settembre e dal giorno successivo sarà aperta al pubblico, fino al 9 gennaio 2012. “Non ci sarà nessun giorno di chiusura, sarà aperta sette giorni su sette”, dice ancora Paola Refice. I locali saranno perfettamente accessibili anche ai disabili. “Siamo stati molto attenti a eliminare ogni barriera architettonica. In questo modo anche chi è in carrozzina potrà godere appieno della mostra”.

 

Il prezzo del biglietto è di 6 euro (ridotto: 4 euro). Per info e prenotazioni: 0575 352727 oppure pierodellafrancesca-ar@beniculturali.it

 

Valerio Pierantozzi
©Riproduzione riservata

 

(In alto: Margarito d’Arezzo, Madonna in trono con storie della vita, Monte Sansavino, Santuario di Santa Maria delle Vertighe)

Privacy Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003.
I dati saranno utilizzati per dare corso alla richiesta di abbonamento e non saranno ceduti a terzi. Leggi le note legali

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

NOTA Per evitare messaggi inopportuni e spam, il commento non sarà immediatamente visualizzato.
La redazione provvederà a pubblicare i commenti al più presto, mentre i messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.