Una giornata per creativi digitali

Una giornata per creativi digitali

Le nuove tendenze e gli strumenti per produrre i contenuti sul web. Il Creativity Day è questo venerdì a Milano

6 marzo 2012

0

Per essere creativi basta meno. Con la tecnologia via via accessibile a prezzi minori i video si producono in casa e senza budget; design e grafica di livello si progettano da un portatile. È sufficiente avere i software e la sensibilità adatti.

 

Per le buone idee e la professionalità il percorso rimane invece lungo: oltre al talento e all’esercizio, c’è la formazione. Un’occasione per gli aspiranti è il Creativity day, venerdì 9 marzo a Milano e poi a fine mese a Roma: una giornata all’anno (anzi, due) con incontri e workshop sulla comunicazione digitale. Questa è la decima edizione.

 

L’evento gratuito si rivolge a sviluppatori web, designer, videomaker, fotografi, proponendo quattro percorsi per sedici appuntamenti in totale. “È un’occasione per riunire tanti ospiti internazionali e creare un momento di condivisione dal vivo”, dice il direttore artistico Stefano Guerrieri, che dirige la rassegna organizzata dal centro di formazione InSide.

Nell’arco della giornata ci saranno casi di studio presentati da professionisti e aziende (Saizenmedia, Polkadot, Ustwo) e laboratori pratici sulle tecnologie del settore.

 

“Oggi la tendenza più diffusa è lo sviluppo di applicazioni e contenuti interattivi per il web”, spiega Guerrieri, a sua volta direttore di un’agenzia creativa. “È una tendenza che non esclude nessuno e porta con sé molte tipologie professionali”.

Il digitale chiama spesso lavori di gruppo, in cui chi sviluppa la parte informatica collabora in modo inedito con le altre figure. “Il grafico non impagina più soltanto, ma deve pensare alle interfacce. Fotografi e videomaker riescono a integrare i loro contenuti in maniera migliore, prima non possibile”.

 

L’evento principale in programma è proprio sul tema, con gli sviluppatori di Apple, Microsoft e Adobe invitati a intervenire sul futuro delle app e del codice per crearle.

“Un altro momento molto interessante sarà l’incontro con gli ospiti di Red Bull Media House — dice ancora Guerrieri — che presenteranno il loro magazine digitale in cui sono riusciti a fondere stampa e video a un livello di integrazione fantastico”. Il progetto dell’azienda di bevande austriaca si chiama Red Bulletin e si occupa di sport e spettacolo.

 

Al momento gli iscritti alla giornata di venerdì sono circa 1300, a fronte dei duemila partecipanti registrati l’anno scorso tra Roma e Milano. L’evento ha il supporto di vari marchi del settore, dall’hardware ai programmi — attori interessati della creatività digitale.

“I mezzi sono i mezzi: bisogna conoscerli per raggiungere il risultato”, spiega sempre il direttore artistico. “Sappiamo che gli strumenti cambiano e siamo pronti ad adattarci, ma non lasciamo che siano le soluzioni tecniche a definire la creatività, semmai il contrario”.

 

 

© Riproduzione riservata

Privacy Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003.
I dati saranno utilizzati per dare corso alla richiesta di abbonamento e non saranno ceduti a terzi. Leggi le note legali

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

NOTA Per evitare messaggi inopportuni e spam, il commento non sarà immediatamente visualizzato.
La redazione provvederà a pubblicare i commenti al più presto, mentre i messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.