I pionieri d’Italia raccontano le loro esperienze

I pionieri d’Italia raccontano le loro esperienze

La nuova sfida del network RENA: trovare dieci storie di intraprendenza giovanile e portarle in scena. Per mostrare al Paese che cambiare si può

11 dicembre 2012

0

A caccia di Pionieri è il nuovo concorso di RENA, Rete per l’Eccellenza Nazionale. Il primo evento di presentazione del 2013 è in programma giovedì 24 gennaio a Torino, alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (ore 19). 

 

Sono giovani e intraprendenti. Con le loro idee creano reti, per innescare meccanismi virtuosi di democrazia, meritocrazia e partecipazione.

 

Alla loro ricerca va A Caccia di Pionieri, progetto nato per dare a imprese e organizzazioni l’opportunità di farsi conoscere raccontando la loro avventura. E magari diventare protagoniste di un libro o di uno spettacolo sulla rinascita del nostro Paese.

La sfida è partita lo scorso novembre a Firenze, grazie a RENA (Rete per l’Eccellenza Nazionale), CNA Giovani Imprenditori e Act!onaid con l’obiettivo di trovare dieci storie esemplari. Sono infatti molte le realtà nate in Italia negli ultimi anni che, malgrado le difficoltà economiche, con la loro esperienza stanno mostrando un modo diverso di fare le cose: positivo e propositivo.

 

È questo cambiamento che RENA e gli altri promotori vogliono riconoscere con un premio diverso dal solito: un libro e uno spettacolo. Dieci narratori affermati, nei prossimi mesi racconteranno la passione e il coraggio che portano da un’idea a un’azione.

 

Per partecipare esistono pochi vincoli: il perimetro dell’iniziativa è definito da sette aggettivi individuati da RENA, network attivo su progetti formativi di cui ITALIC si è spesso occupato. Le imprese dei “pionieri” devono essere giovani, quindi nate negli ultimi dieci anni, innovative e aperte, perché superano la logica dell’individualismo. Oltre che responsabili, ad alta connettività, cioè che dimostrano di fare rete, concrete ma allo stesso tempo visionarie perché hanno in mente un’immagine migliore del futuro.

 

Non è tutto. “In particolare stiamo cercando esperienze sulla qualità della democrazia — spiega Davide Rubini, fra i responsabili di RENA — Oppure iniziative che favoriscano in modo innovativo la partecipazione dei cittadini, lo sviluppo delle comunità locali o che premino il talento e il merito”.

Per inviare la propria storia attraverso foto, racconti e slide ci sarà tempo fino al 28 febbraio, mentre ad aprile 2013 gli organizzatori comunicheranno i vincitori.

 

Intanto dalla seconda metà di gennaio A Caccia di Pionieri partirà da Torino con una serie di eventi nelle principali città italiane. Fra le tappe Roma, Bari, Bologna e Pisa, per far conoscere l’iniziativa e incontrare di persona i tanti pionieri d’Italia.

 

Giulia Mameli

© Riproduzione riservata

 

In alto, la locandina dell’evento.

Privacy Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 196/2003.
I dati saranno utilizzati per dare corso alla richiesta di abbonamento e non saranno ceduti a terzi. Leggi le note legali

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori

NOTA Per evitare messaggi inopportuni e spam, il commento non sarà immediatamente visualizzato.
La redazione provvederà a pubblicare i commenti al più presto, mentre i messaggi diffamatori, offensivi, razzisti e sessisti saranno eliminati.