Coinvolgimento e contenuti premium. Quali scenari per YouTube

Selezionato da ITALIC: All Things D

Coinvolgimento e contenuti premium. Quali scenari per YouTube

Con oltre 40 miliardi di dollari attesi nel 2013 dagli inserzionisti, YouTube non è in difficoltà. Ma la maggiore piattaforma di video online deve ancora rafforzare il rapporto con i clienti e renderlo più profittevole.

 

Su All Thing D Spencer Richardson, esperto di media e direttore di una società di marketing, spiega in quali direzioni.

Da un lato troviamo gli investimenti per contenuti di qualità, o premium, e una fruizione più coinvolgente: migliori strumenti per commentare, votare e condividere permettono inoltre di conoscere il pubblico in modo più accurato, a vantaggio delle campagne pubblicitarie mirate.

Dall’altro YouTube deve fidelizzare i suoi utenti, trasformandosi da luogo per singole visioni a una piattaforma dove ognuno, aziende e singoli, possa creare valori più duraturi. Per i grandi eventi, ad esempio, una gestione diversa dei contenuti porterebbe a un coinvolgimento non solo durante, ma anche prima e dopo una manifestazione.

 

In generale, le opportunità sono legate a una maggiore interattività e all’integrazione con gli altri prodotti di Google. Come è da tempo, l’obiettivo è una personalizzazione ancora maggiore dell’esperienza.

12 dicembre 2012

Leggi (link esterno)